Massima di vita!

mandela

Annunci

3° tappa Country-Derby

Un nuovo successo per la tappa di Domenica 29 Aprile del Campionato regionale di Country-Derby.

Nonostante il rinvio, dovuto alle avverse condizioni atmosferiche di questo aprile tropicale, gli atleti non hanno “mollato la presa” della rincorsa al podio di campionato.

Sfiorati i 100 partenti, nelle categorie a partire dalla C40, sino alla C110, con l’aggiunta della categoria ludica C20.

Sostenuti dall’entusiasmo di spettatori ed accompagnatori, che seguono gli atleti dei vari clubs sempre e comunque in un clima di sano “fair-play”, si è assistito alla dimostrazione di crescenti capacità tecniche ed etica sportiva, messe in atto sin dai giovanissimi partecipanti alle categorie di base.

Soddisfatti anche gli istruttori di club coinvolti, che raccolgono il risultato del lavoro svolto con pazienza e tenacia, nelle ore di allenamento “macinate” con i propri ragazzi, divenuti negli anni sempre più “sensibili” a sviluppare migliori capacità tecniche.

Pdf Prestazioni ludiche                                  Pdf classifica agonistica

nicky e Vicompte

Certificato medico sportivo, abolito l’obbligo per i bambini sotto i 6 anni — DiLei

vale

Un Decreto ha abolito l’obbligo del Certificato medico sportivo per i bambini con un’età sotto i 6 anni. Ecco cosa cambia e perché

Decade l’obbligo del certificato medico sportivo per i bambini sotto i 6 anni. Lo stabilisce un decreto emanato in questi giorni dal ministro della Salute Beatrice Lorenzin e da quello dello Sport Luca Lotti. Come spiega il Governo, la decisione sarebbe partita da una richiesta fatta dalla Federazione italiana medici pediatri.

La Fimp infatti nel 2015 aveva evidenziato la necessità “di escludere dall’obbligo della certificazione medica l’attività sportiva per la fascia di età compresa tra 0 e 6 anni, al fine di promuovere l’attività fisica organizzata dei bambini, di facilitare l’approccio all’attività motoria costante fin dai primi anni di vita, di favorire un corretto modello di comportamento permanente, nonché di non gravare i cittadini ed il Servizio sanitario nazionale di ulteriori onerosi accertamenti e certificazioni”.

Come spiega il decreto: “Non sono sottoposti ad obbligo di certificazione medica, per l’esercizio dell’attività sportiva in età prescolare, i bambini di età compresa tra 0 e 6 anni, ad eccezione dei casi specifici indicati dal pediatra”.

La decisione è stata accolta in modo positivo dalla Federazione italiana medici pediatri: “D’ora in poi i bambini da 0 a 6 anni potranno liberamente praticare un’attività fisica organizzata – ha spiegato Paolo Biasci, il Presidente dell’associazione – senza bisogno di documentazione medica, salvo in casi specifici segnalati dal Pediatra di Famiglia. Le istituzioni competenti hanno accolto una nostra proposta avanzata nell’estate del 2015”.

“Questa decisione potrà favorire l’attività fisica dei bambini fin dai primissimi anni di vita – si legge ancora nella nota diffusa dalla Fimp -e aiutare a contrastare così la pericolosa tendenza alla sedentarietà. Si tratta, infatti, di uno stile di vita scorretto ancora troppo diffuso tra gli italiani d’ogni fascia d’età. Attualmente il 53% dei giovani d’età compresa tra i 3 e i 5 anni e il 22% di quelli tra i 6 e i 10 anni non praticano alcuna forma di attività fisica. Il nostro auspicio e’ che, anche grazie al recente provvedimento, si possano ulteriormente promuovere stili di vita sani tra tutta la popolazione residente nel nostro Paese”.

Insomma: i medici sono convinti che l’abolizione del certificato medico per i bambini sotto i 6 anni favorirà l’attività fisica dei più piccoli e consentirà a tanti genitori di evitare lunghe attese e costi per le pratiche.

 

Di cosa è fatta la felicità (cit. Lucia Lorenzon)

Di cosa è fatta la felicità?

Esiste un segreto, nascosto qua o là?

No, non c’è segreto, non c’è ricetta,

di certo non la si costruisce in fretta.

È fatta di cielo, è fatta di mare,

di altissimi monti e sterminate pianure.

È fatta di sole forte e cocente,

di pioggia e di neve, che accarezzan la mente.

È fatta di zucchero e un po’ di sale,

un po’, quanto basta,

chè sulle cicatrici fa male.

È fatta di amore, di abbracci, di baci,

di coccole dolci ed esplorazioni audaci.

È fatta di segreti, intimità, confidenza,

di silenzi, rispetto, ascolto e pazienza.

È fatta di sogni immensi e piccini,

alcuni vicini altri molto lontani.

È fatta di momenti di grande stanchezza,

a cui far fronte con sterminata tenerezza.

È fatta dei tuoi occhi e della tua voce,

della tua mano che stringe la mia e mi da pace.

La felicità può essere anche semplice quiete,

il ristoro trovato dopo una terribile sete.

Una risposta sicura, però, ce l’ho eccome:

la felicità porterà, per sempre, il tuo nome.

Lucia Lorenzon, 11 aprile 2018

Nicky ed Elsa 6

Campo estivo 2018

Aspettiamo anche te per un’esperienza unica, che ti arricchirà e farà parte del tuo bagaglio, per tutta la vita.

Per maggiori informazioni, chiamaci al…anzi, passa a trovarci, sarai il benvenuto!

Campo estivo a cavallo

Scarica qui il pdf del modulo iscrizioni: Iscriz. centro estivo

Oppure chiedi informazioni aggiuntive:

La fiducia che dai a tuo figlio – Liria Valenti, psicologa e psicoterapeuta a Roma

Se sei un genitore forse ti sei chiesto anche tu, come me: come favorire l’autostima nei bambini? Io ci rifletto da un po’ e ti racconto le risposte che ho trovato.

SSS_8926

Ultimamente ho riflettuto molto sull’autostima dei bambini e su come noi adulti possiamo favorirla, incrementarla, incoraggiarla. Su cosa possiamo offrire loro affinché costruiscano nel tempo una immagine di sé “abbastanza buona”, che per me significa basata sull’idea che vogliono e possono creare e realizzare delle cose perché si fidano di se stessi, dei loro desideri e capacità. Penso a cosa possiamo fare per evitare che il nostro bambino si senta perso quando non è in grado di fare una cosa da solo o non si reputi in grado di farla, nonostante ne sia perfettamente capace, o peggio ancora, si costruisca l’idea che non realizzerà nulla di bello nella sua vita, semplicemente perché non si ritiene all’altezza.

Ecco, quando vedo i bambini che curiosano, tentano, falliscono, ritentano e poi riescono, avverto un senso di appagamento e benessere diffuso: vedo persone che non hanno paura di non farcela, che non si fanno travolgere dalla rabbia perché non riescono a gestire le frustrazioni di un tentativo mal riuscito, che non si lasciano scoraggiare dai primi scivoloni. Vedo bambini che sono certi che ce la faranno e che, con grande probabilità, diventeranno adulti che sanno di poter contare su se stessi per vivere e affrontare la vita – e questo mi rende felice.

Se sei un genitore, sicuramente anche tu ti sarai fatto le stesse domande che mi faccio io. La risposta che mi sono data è che la fiducia che il nostro bambino avrà in se stesso sarà possibile grazie a quella che noi avremo nutrito in lui.

Insomma, se volessimo tradurre in poche parole le elaborazioni cognitive ed emotive di un bambino, potremmo dire semplicemente così: “Se mamma e papà pensano che posso farcela, allora è proprio vero: posso farcela!”

Fermati a pensare all’ultima situazione in cui hai visto tuo figlio in difficoltà: durante un distacco, mentre costruiva qualcosa, quando cercava di infilarsi le scarpe. Cosa hai pensato di lui? E cosa hai fatto?

Non credo sia sano lasciare i nostri bimbi a cavarsela da soli, a tutti i costi, perché sono certa che vadano accompagnati, e con energia, speranza e fiducia: la nostra presenza e il nostro sostegno sono fondamentali perché da grandi possano sentirsi in grado di sostenersi anche da soli. Piuttosto, penso che possiamo ricordarci di alcune cose mentre siamo con loro e contribuire così alla loro autostima e alla fiducia che nutriranno nei loro confronti. Dunque, se hai il dubbio di fare poco per favorire l’autostima in tuo figlio, ecco cosa ti invito a fare.

Tieni conto della sua personalità, delle sue attitudini e preferenze. I bambini non sono tutti uguali e vedere il nostro per quello che è, e non per quello che vorremmo che fosse, è fondamentale per rispettare la sua unicità e far sì che esprima il meglio di sé.

Non dimenticare la sua età e il suo livello di sviluppo. È importante fare richieste adeguate a ciò che quel bambino è effettivamente in grado di fare: chiedergli troppo significherebbe esporlo a un fallimento garantito, e chiedergli troppo poco corrisponderebbe a svalutare le sue abilità.

Lascialo esplorare e trovare le sue soluzioni. Probabilmente ci metterà più tempo di quanto impiegherebbe un adulto, ma attiverà tutte le sue risorse e conquisterà un risultato tutto suo!

Spiega e fai vedere come fare. Non lasciarlo allo sbaraglio se lo vedi in difficoltà e non fare al posto suo: indicagli la strada e percorrila con lui, ma cedigli il controllo!

Incoraggialo e fai il tifo per lui. Lui imparerà a tifare per sé invece di criticarsi e mollare.

Festeggia con lui tutte le volte che puoi. Gli darai il permesso di darsi riconoscimenti e di godere dei suoi piccoli e grandi traguardi.

Sorgente: La fiducia che dai a tuo figlio – Liria Valenti, psicologa e psicoterapeuta a Roma

III° tappa Campionato regionale Country-Derby

TAPPA RINVIATA AL 29 APRILE,

CAUSA CONDIZIONI NON ADATTE DEI CAMPI GARA.

Si svolgerà presso il nostro centro la seconda tappa del Campionato regionale lombardo di Country-Derby 2018.

Fervono i preparativi per accogliere i binomi partecipanti, per questa disciplina amata soprattutto dai giovanissimi atleti, che la trovano particolarmente adrenalinica.

Il Centro è aperto a tutti gli amanti dei cavalli che vogliano venire a trascorrere una giornata diversa con noi.

locandina 15.04.2018

A spasso sui Colli Banini

Una proposta per una giornata diversa.

Tre ore di passeggiata in un contesto straordinario, aperto a chi vuole partecipare con il proprio cavallo, oppure con quello della scuola.

Per info, chiamate la segreteria al nr. 339.2103217 (Cristina)

A spasso sui colli

 

 

Vacanze in maneggio

Chiusa la scuola, dove trascorri tutti quei giorni di vacanza?

Non sul divano, vero?

Vacanze di Natale

OSA!

Rifletti… e fatti un regalo; vai alla pagina promozioni ed AGISCI!

https://ippicavisola.com/promozioni/

youself